Dialatt Slow

Grazie alla sensibilità di Sauro Dalfiume (assessore) ed all'efficienza di Carla Bernardoni (staff comune Castel San Pietro Terme), il nostro gruppo diventa protagonista della serata "Dialatt Slow".

Dialetto protagonista a "Very Slow Italy"
Condurrà la serata il comico Davide Dalfiume con ospiti a sorpresa...

Dopo la riuscita sperimentazione dello scorso anno, "Very Slow Italy" ripropone sabato 18 aprile al teatro Cassero (ore 21) una serata in compagnia e semplice convivialità, tutta (o quasi) in dialetto castellano, condotta dall'artista comico Davide Dalfiume.
Sarà una serata dialettale dedicata all'arte, alla cultura e alla storia di Castel San Pietro Terme, un degno coronamento della prima giornata della Fiera di Primavera delle Città Slow, che animerà il centro storico di Castel San Pietro Terme sabato 18 e domenica 19 aprile.
"Dialàtt Slow" (dialetto lento) vuole essere un piacevole sabato sera per la città, ad ingresso gratuito, organizzato non a caso nella splendida cornice del Cassero, il simbolo della città e il luogo più amato dai castellani, dove nel 1199 ebbe origine la storia stessa di Castel San Pietro Terme.
Il divertimento è assicurato, visto che organizzare questa originale serata, con tanta passione e tante idee, in collaborazione l'Amministrazione Comunale è il gruppo di lavoro che ha costituito il sito www.castelsanpietroterme.info, un gruppo di volontari amanti della città, della sua cultura e delle sue tradizioni.
L'accoglienza al Cassero inizierà, infatti, dalle 20,30 con assaggi di ciambella e vino gratuiti per tutti. Alle ore 21 prenderà il via "Dialàtt Slow" con una proiezione di immagini di Castel San Pietro Terme com'era ieri, che servirà a creare la giusta atmosfera per il simpatico gioco a Quiz ideato dagli organizzatori per coinvolgere il pubblico in una divertente gara sulla storia, sul dialetto e sui modi di dire della città. Le domande saranno comunque semplici e adatte a tutti, anche ai più giovani, e saranno alternate a musica e canzoni, sempre rigorosamente in dialetto, dell'apprezzato duo castellano Franco Ancarani e Walter Giacometti, e dalla lettura di zirudelle castellane che coinvolgerà altri personaggi del Sillaro. Non mancherà la "sigla finale" in dialetto, da cantare tutti insieme in coro, soprattutto dal pubblico.
Non resta allora che invitare amici e parenti e trascorrere una godibile serata al Cassero, magari dopo una giornata trascorsa fra gli stand dei prodotti tipici della piazza delle CittàSlow (che si inaugurerà sabato 18 alle ore 11), con la Rete dell'Emilia Romagna al completo (11/11), più un'altra ventina fra cittàslow italiane, città amiche, Istituto Alberghiero castellano Bartolomeo Scappi ed enti associati, magari anche dopo aver partecipato alle 16 anche alla divertente "Camminata Go!...Slow" per tutti, adulti, bambini e famiglie (iscrizione bambini gratuita con omaggio del cappellino con chiocciolina, adulti 3 euro: è vietato correre! Il ricavato sarà devoluto ai terremotati dell'Abruzzo).